Rosolina mare

O Rosolina mare, vita gaia!
Schiere di culi al sole, tette al vento,
carezzato dalla brezza mi sento,
m'insabbio, poi mi sdraio sulla sdraia,

mi tuffo, brrr, sento un freddo pungente!
Nel mare calmo avanzo lentamente
e osservando estasiato l'orizzonte,
piscio nell'acqua silenziosamente.

Grida la moglie dopo il bagno a mare:
"Stai ben attento, il sole può scottare!"
Ma io che son testardo più d'un mulo,
son bruciato pure al buco del culo!

Gesticola e sbraita un senegalese:
"Non ho venduto niente tutto il mese,
credetemi, lo dico per davvero,
ma oggi sono proprio incazzato nero!"

Osservo una signora un po’ abbondante,
va in bici e la gonnella è svolazzante
e sotto le mutande trasparenti,
pure le emorroidi so’ evidenti.

Al mare c'è chi gioca coi palloni,
tra la gente, strarompendo i coglioni;
io invece mi diverto come un pazzo,
scribacchiando ste' poesie del cazzo.