NAVIGARE NECESSE

 

 

Al levar d’ogni mattina
C’e’ la solita manfrina:
Sorseggiando il mio caffe’
Mi collego ad internet;

Addentando una ciambella
Mi controllo la casella;
Con un toast abbrustolito
Apro il browser preferito;

Sbriciolando una crostata
Premo i tasti all’impazzata
E ritorno mio malgrado
A uno stato quasi brado.

Senza tema d’affondare
Mi ritrovo a navigare:
E’ con grande sicumera
Che tormento la tastiera…

Tanti siti ho visitato
E son tutto rintronato;
Pero’ adesso devo andare
Faccio tardi a lavorare!

Al ritorno dal lavoro
Sono stanco, da buttare;
Pranzo e cena io divoro
Senza tema d'ingrassare.

Di mangiare ho gia' finito
E mi vien di curiosare,
Per vedere quel tal sito
Che ho sentito nominare.

Da quel sito passo altrove,
Saltellando come un grillo;
Perdo tempo, son le nove
Ed ancora mi gingillo...

Questa infine e' la morale:
Sono schiavo ad ogni orario
D'un processo digitale
Matematico-binario

E con l'uso prolungato
Della macchina ingegnosa,
Io ritorno in uno stato
D'ignoranza spaventosa!