CONTABILITA’

 

V’è un che di sacralità
Nella contabilità;
Non v’è cosa più scientifica
Del bilancio di verifica.

Fra le carte e le gazzette
Vorrei fare le barchette;
Ma fa caldo e mi sventaglio
Col decreto di ragguaglio.

Se non c’è il finanziamento
E’ per tutti un gran tormento;
Se poi manca l’allegato
Mamma mia sono fregato!

Fra rimesse valutarie
E questioni finanziarie,
Dei CCVT l’estratto
Mi fa diventare matto.

Faccio quello ch’è possibile
Con l’aiuto dello scibile,
Ché gestione di capitoli
Poi le palle non mi stritoli!

Ma il bilancio non pareggia,
Ho la testa un po’ confusa;
Lor signori chiedo scusa:
M’è scappata una scorreggia!

Faccio conti e ancora conti,
Senza fare confusioni
Fra bollette e rendiconti:
Che rottura di coglioni!