Carnevale

 

Siamo giunti a Carnevale,
non pensiamo all'inflazione
ed il termine invernale
festeggiam per l'occasione.

V'è una grande eccitazione
e secondo tradizione
è il momento dell'annuale
defaillance intellettuale.

Fin dal tempo dei romani,
cittadini oppur villani
festeggiavan da maiali
questi riti saturnali.

Oggi non si può più fare,
tutt'al più possiam ballare,
mascherando i lineamenti
dietro facce sorridenti.

Folleggiamo con saggezza,
oggi niente concretezza;
sol l'effimero, si sa,
rende lieta la realtà.

(Budapest 20/2/1995 ©Antonio Monaco)